fbpx

YAACOV AGAM

51 steps. An upward exhibition

Dal 4 marzo
Aperture straordinarie: domenica 4 marzo, sabato 7 aprile, sabato 5 maggio.

Presso Artrust SA, Via Pedemonte di Sopra 1, 6818 Melano CH
Dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 18.
Sabato e domenica solo su appuntamento. Chiuso nei giorni festivi.

INGRESSO LIBERO

a5-agam

LA MOSTRA

“51 steps”: sono i 51 gradini che il visitatore deve salire nel corso della visita alla nuova mostra che Artrust ha allestito presso gli spazi espositivi in via Pedemonte di Sopra 1 a Melano. Aperta al pubblico dal 4 marzo, la mostra condensa, in un inedito percorso ascendente, alcune opere dell’artista israeliano Yaacov Agam.

La mostra stessa è strettamente legata all’idea di movimento, la medesima che caratterizza le opere dell’artista. Il visitatore, uno scalino dopo l’altro, vede le opere trasformarsi, cambiare forma e colori, evolvere. Un gioco in salita che lo mette a stretto contatto le molteplici sfaccettature dei quadri e delle sculture di Agam.

id549
id1116
id280a
id1056

51 STEPS
AN UPWARD EXHIBITION

 “51 steps” è una formula che auspichiamo possa diventare un appuntamento fisso, collaterale alle nostre mostre principali. Potenzialmente ogni spazio fisico può diventare uno spazio in grado di ospitare l’arte. L’idea di allargarci anche alle scale viene da questa consapevolezza e dall’idea che un percorso insolito, che parta dal basso per concludersi al termine della scalinata, possa essere la forma di visita ideale per far conoscere un artista o una particolare forma d’arte. Sintetizzandola nello spazio di 51 gradini e nel tempo necessario a percorrerli.

Patrizia Cattaneo Moresi, Direttrice di Artrust

YAACOV AGAM

Yaacov Agam è un artista israeliano, sperimentatore nella corrente artistica dell’Optical Art e dell’arte cinetica. Si perfeziona alla Kunstgewerbe Schule di Zurigo, subendo l’influenza di Johannes Itten e Max Bill, e in seguito si stabilisce a Parigi dove tiene la sua prima mostra presso la Galleria Graven: un’esibizione caratterizzata da dipinti mobili che ha costituito il primo one-man-show di arte cinetica. Nel 1955 viene riconosciuto come uno dei più importanti esponenti del neonato movimento artistico della Op art, e partecipa alla mostra “La Mouvement” insieme a grandi nomi della scultura contemporanea come Alexander Calder, Jean Tinguely e Victor Vasarely. I suoi lavori, astratti e cinetici, rompono con la tradizione artistica che rappresenta la realtà in maniera statica.  Ha partecipato a esibizioni in tutto il mondo, tra le quali spiccano la mostra al Guggenheim Museum di New York e la retrospettiva interattiva al Musee National d’art Moderne di Parigi, replicata allo Stedelijk Museum di Amsterdam, alla Stadtische Kunsthalle di Dusseldorf, e al Tel Aviv Museum.

COME ARRIVARE

Fotografie
Tutti i diritti riservati. Senza autorizzazione è vietata la riproduzione ed ogni altro utilizzo delle opere al di là dell’uso personale e privato.

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Start typing and press Enter to search